Prestito BancoPosta online: come si calcola la rata, come funziona, chi può richiederlo e a quali condizioni

Prestito BancoPosta online: come si calcola la rata, come funziona, chi può richiederlo e a quali condizioni
5 (100%) 1 voti

Prestito BancoPosta: i prodotti di credito offerti da Poste italiane comprendono un’ampia gamma di prestiti, veloci e convenienti, che possono essere attivati anche online. Grazie alla collaborazione con Findomestic, puoi richiedere direttamente online un prestito personale fino a 30.000€.

Calcolare la rata del tuo prestito Bancoposta è facile: è sufficiente registrarsi sul sito ufficiale delle Poste Italiane: https://www.poste.it e simulare il calcolo della rata (simulatore di calcolo della rata) per trovare la soluzione più adatta alle tue esigenze.

Trattandosi di prestiti personali, per ottenere il finanziamento non è necessario né dichiarare l’utilizzo che si farà del denaro, né sottoporre a valutazione la busta paga o altro reddito dimostrabile.

In questo articolo vedremo nel dettaglio chi e come può richiedere un prestito e a quali condizioni.

 

I prestiti e finanziamenti BancoPosta: quali sono e come richiederli

Poste italiane propone 5 differenti tipologie di prestito:

  • Il prestito BancoPosta è un prestito dedicato ai titolari di un Conto BancoPosta per scopi diversi dall’eventuale attività lavorativa che consente di ottenere fino a 30.000 euro erogati da Deutsche Bank SpA. Può durare da un minimo di 1 anno fino a un massimo di 7.
  • Il prestito BancoPosta online è dedicato invece ai titolari di un conto BancoPosta online che possono richiedere, direttamente dal proprio computer, un prestito da 1.500 a 2000 euro. La durata del finanziamento anche in questo caso varia da 1 a 7 anni.
  • Prontissimo BancoPosta è accessibile a tutti, non è necessario infatti essere titolare di un conto BancoPosta o di un conto corrente bancario. Viene erogato per cifre che vanno dai 1.500 ai 10.000 euro e la durata varia da un minimo di 2 anni a un massimo di 6. Non essendo obbligatorio disporre di un conto, è possibile ricevere il prestito anche mediante un bonifico domiciliato ad un ufficio postale. Allo stesso modo, il rimborso potrà essere effettuato o con addebito automatico sul conto BancoPosta o mediante bollettini postali.
  • Prestito Click BancoPosta offre una rata flessibile ed un tasso d’interesse fisso. Dopo aver saldato le prime sei rate è possibile modificare l’importo della rata a seconda delle proprie esigenze, senza dover pagare dei costi accessori. La durata del prestito si adegua all’importo della nuova rata, in modo automatico
  • SpecialCash Postepay è infine il prestito dedicato ai titolari di Postepay che prevede l’accredito dell’importo richiesto direttamente sulla carta Postepay.

Condizioni dei Prestiti Personali Poste Italiane e calcolo rata prestito BancoPosta

 I tassi variano a seconda in base a due parametri:

  • se si è scelto di accreditare lo stipendio o la pensione sul conto BancoPosta;
  • al variare dell’importo richiesto.

Con accredito:

  • TAN (tasso annuo nominale) fisso del 10,25%;
  • TAEG (tasso annuo effettivo annuale) del 10,87%.

Senza accredito e con un importo compreso tra 1.500 e 10.000€:

  • TAN fisso sale a 10,95%;
  • TAEG a 11,65%.

Oltre i 10.000€

  • TAN al 9,95%
  • TAEG al 10,52%.

Nel caso in cui si scelga Prontissimo BancoPosta i tassi variano:

 TAN è del 12,50%

  • TAEG del 13,25%.

Per tutti i prestiti Bancoposta sono gratuite:

  • le spese di istruttoria;
  • le commissioni di incasso rata
  • le commissioni di invio comunicazioni.

Inoltre, per il prestito BancoPosta online è gratuita anche l’imposta di bollo. Per Prontissimo BancoPosta è gratuita invece la commissione di estinzione anticipata.

Le spese accessorie facoltative riguardano l’assicurazione legata all’insolvibilità in caso di eventi negativi quali:

  • la perdita dell’impiego;
  • l’inabilità temporanea al lavoro;
  • l’invalidità;
  • il decesso.

Se il prestito ha una durata fino a 60 mesi (5 anni) la spesa corrisponde al 2% dell’importo erogato, mentre per durate superiori corrisponde al 3,65%. 

Chi può richiedere un mutuo, prestito e finanziamento BancoPosta?

I prestiti Bancoposta possono essere richiesti da:

  • lavoratori dipendenti;
  • pensionati;
  • lavoratori atipici;
  • commercianti;
  • liberi professionisti.

I documenti richiesti sono:

  • carta d’identità;
  • codice fiscale;
  • documenti attestanti il reddito.

Per i cittadini stranieri sono richiesti inoltre:

  • il passaporto;
  • il permesso di soggiorno.

Il rimborso avviene tramite pagamento di rate fisse addebitate automaticamente ogni mese sul conto BancoPosta del richiedente, oppure nel caso si scelga Prontissimo BancoPosta anche mediante bollettini postali.

Il richiedente ha la possibilità di rimborsare anticipatamente, in tutto o in parte, il finanziamento. In questi casi viene richiesto un indennizzo pari a:

  • 1% dell’importo rimborsato in anticipo, se la durata residua del prestito è maggiore di un anno;
  • 0,5% dell’importo rimborsato in anticipo, se la durata residua del contratto è uguale o inferiore a un anno.

Questa commissione non viene però applicata se:

  • l’importo rimborsato corrisponde al debito residuo, oppure è inferiore a 10.000 euro;
  • l’importo della penale è maggiore degli interessi dovuti per la durata residua;
  • viene contestualmente richiesto un altro Prestito BancoPosta.

Come richiedere un prestito Bancoposta

Richiedere un prestito alle Poste è come richiedere un prestito in banca, ma con alcuni vantaggi in termini di semplicità e flessibilità. Può essere richiesto recandosi presso gli uffici postali oppure, se si è già titolari del Conto BancoPosta, direttamente online sul sito poste.it.

CALCOLA LA RATA DEL TUO PRESTITO BancoPosta

L’erogazione della cifra richiesta avviene entro pochi giorni, solitamente non oltre i 5 giorni lavorativi.  Il diritto di recesso può essere esercitato dal cliente fino al 14° giorno successivo a quello di concessione del prestito.

Ora che sapete tutto sui prestiti Bancoposta, cosa aspettate a richiedere quello più adatto alle vostre esigenze?

Martina Belmondo
Info su Martina Belmondo 51 Articoli
Laureata in Economia Aziendale, classe 1987, Martina dirige la redazione di Inprestiti.com da giugno 2015. Ama gli animali e gli sport estremi.