Prestiti Personali: cosa sono, come richiederli e documenti

Prestiti Personali: cosa sono, come richiederli e documenti
5 (100%) 2 voti
Chi ha bisogno di somme di denaro per piccole grandi spese, come l’acquisto di un’auto, nuova o usata, per la vacanza, una piccola ristrutturazione o per incombenze improvvise, può richiedere un prestito personale. Ecco i tratti salienti di questa tipologia di contratto.

Cos’è un prestito personale

La prima cosa da dire è che il prestito personale è un prestito non finalizzato, ciò vuol dire che il richiedente non deve dire a cosa servono i soldi e può anche decidere di usarli per più incombenze in quanto le somme erogate non sono collegate direttamente ad una determinata finalità. Insomma si tratta di somme liberamente utilizzabili, per questo motivo si distingue dal mutuo, che invece è finalizzato, cioè diretto all’acquisto di una casa, all’avviamento di un’attività professionale o simili. Rispetto al mutuo cambiano anche le garanzie da prestare e le somme erogabili. Meglio procedere con calma.
Il prestito personale viene concesso da banche, istituti di credito o società finanziarie. Le somme erogabili dipendono da numerosi fattori:
– condizione economica del richiedente;
– prestazione di una garanzia (non sempre è richiesta, ma per importi elevati per soggetti a rischio di insolvenza può essere necessaria);
– ammontare richiesto;
– esistenza di altri finanziamenti in corso;
– tipologia di soggetto a cui ci si rivolge, ad esempio le finanziarie erogano somme mediamente più basse rispetto alle banche.
Il piano di ammortamento consente una restituzione in rate mensili, queste prevedono il pagamento di una quota capitale ed una quota di interessi. Il tasso di interesse è fisso, non si applica il tasso variabile che è prerogativa del mutuo, di conseguenza tutte le rate hanno lo stesso ammontare. Il tasso di interesse, fermi i limiti previsti per legge, varia in base a diversi fattori: maggiori sono i rischi per l’ente che eroga e più elevato è il tasso di interesse, quindi lo stesso è correlato alla tipologia di prestito personale che si richiede e alle garanzie fornite.
Rispetto al mutuo i costi di istruttoria sono molto limitati e alcuni istituti non li applicano.
Per la richiesta di un prestito personale esiste la normativa dell’estinzione anticipata del prestito che permette, prima della scadenza nominale del prestito stesso, la restituzione anticipata in una rata unica. In tal modo è possibile risparmiare sugli interessi. Attenzione che, tipicamente per l’estinzione anticipata è possibile che venga richiesta un penale dalla banca o istituto di credito. Per legge la penale da pagare non dovrà mai superare l’1% del debito che dobbiamo estinguere.
Tutti i prestiti personali possono essere erogati online, il vantaggio è che sono rapidi e veloci e tipicamente disponibili in pochi giorni.
Vedremo ora le principali caratteristiche che devi avere per richiedere un prestito personale e i vantaggi di questa tipologia di finanziamento una delle più diffuse sul panorama Italiano

Documenti necessari per richiedere un Prestito Personale

È necessario premettere che ogni istituto di credito o banca realizza schemi di prestiti personali in modo autonomo e quindi potrebbero esservi lievi divergenze rispetto a quanto di seguito detto.
Per ottenere prestiti personali è necessario essere maggiorenni e presentare i propri documenti di riconoscimento. Oltre questo, è necessario presentare la propria busta paga. Qui iniziano ad esserci delle possibili sfumature, nel senso che alcuni istituti erogano solo a coloro che hanno il contratto di lavoro a tempo indeterminato, altri anche con contratto a tempo determinato, alcuni richiedono che non ci siano altri finanziamenti in corso, mentre altri concedono prestiti personali anche a coloro che stanno già estinguendo altri debiti.
Per i lavoratori autonomi è necessario presentare le ultime dichiarazioni dei redditi, in base alle somme richieste e all’ente erogante può essere necessario l’ultimo anno o più anni.
L’ammontare effettivamente erogato dipende dalla capienza delle proprie capacità reddituali, chi ha un contratto a tempo indeterminato, senza finanziamenti in corso riceverà somme più elevate rispetto a chi invece si trova in situazione diversa.
tipicamente chi fa richiesta del prestito personale può essere o un cittadino italiano o straniero ma che deve essere residente in Italia e al momento della richiesta deve avere un’età compresa fra i 18 e i 70 anni. Per tutti i cittadini stranieri è richiesto tipicamente dalle banche o enti creditizi la residenza sul suolo Italiano da almeno un anno e di avere un permesso di soggiorno valido o in corso di validità.
Quindi riassumendo prima di richiedere un prestito personale abbiamo necessità di:
  • documento di identità valido (Carta d’Identità o Patente Italiana o della comunità Europea) e Codice Fiscale;
  • documentazione su altri finanziamenti o prestiti in atto se disponibili;
  • documentazione di regolarità dei pagamenti su richiesta;
Ovviamente la banca dovrà richiedere delle credenziali e quindi il soggetto che chiede un prestito personale dovrà
  • ultima busta paga e Cud per i lavoratori dipendenti;
  • ultima dichiarazione dei redditi nell’anno di validità per i lavoratori autonomi;
  • in base alla data richiesta il cedolino della pensione per i pensionati.
Inoltre per avere garanzie di ottenere il prestito è tipicamente gradita avere una posizione creditizia ottima ovvero nessun prestito protestato o ritardo nel pagamento di rate di mutui o altri finanziamenti in corso d’opera

Garanzie richieste per un Prestito Personale

In alcuni casi gli istituti di credito per erogare richiedono ulteriori garanzie, ad esempio la presenza di un garante. La stessa è richiesta se il futuro debitore risulta essere ad alto rischio di insolvenza, in questo caso il garante si assume l’obbligo di pagare le rate se il debitore principale non ottempera al suo obbligo.
Un’altra garanzia che l’ente può richiedere è la stipula di un contratto di assicurazione, questo va ad incidere sul TAEG, tasso annuale effettivo globale, e copre il rischio di insolvenza legato a morte, perdita di lavoro, malattia o altri eventi che possono mettere a rischio la solvenza del debitore. L’assicurazione è facoltativa e solitamente viene richiesta quando il credito concesso è di una certa entità.

Altre forme di prestito personale

Come vedremo nei nostri articoli di approfondimento esistono altre forme di prestito personale, come ad esempio la cessione del quinto.

Inoltre in alcuni casi anche se sei un cattivo pagatore o sei stato protestato è comunque possibile presso alcuni enti che lo richiedono la richiesta di un prestito personale personalizzato

 

Richiedi un prestito personale veloce in 24 ore

I prestiti personali sono i più richiesti proprio perchè sono veloci e rapidi. E’ possibile richiedere i  prestiti ed avere una risposta rapida in sole 24 ore.

Puoi richiedere un prestito personale anche se sei protestato o cattivo pagatore!

Martina Belmondo
Info su Martina Belmondo 50 Articoli
Laureata in Economia Aziendale, classe 1987, Martina dirige la redazione di Inprestiti.com da giugno 2015. Ama gli animali e gli sport estremi.