Bonus da 600€: a chi spetta riceverlo?

Grazie al Decreto Cura Italia, è stato approvato il ricevimento di un bonus pari a 600€ al fine di sostenere tutti i lavoratori che stanno subendo sgravi economici eccessivi a causa della situazione italiana per sospensione delle attività lavorative dovute alla prevenzione per Covid-19.

Chi beneficerà del bonus sono i lavoratori autonomi e coloro che possiedono Partita Iva. A questo proposito, i lavoratori appartenenti alle categorie menzionate possono inoltrare la loro domanda presso gli uffici Inps e alle casse previdenziali private professionali a partire dal 1° aprile 2020. I pagamenti verranno effettuati entro il 15 Aprile, cercando di aiutare e tutti coloro che stanno subendo gravi penalizzazioni economiche.

Bonus 600 Euro per le Partite IVA
Chi può beneficiare del Bonus di 600 Euro per l’emergenza COVID-19

È importante sapere che il denaro previsto non sarà tassato e non farà reddito; queste misure non sono cumulabili tra loto e non possono essere erogate da coloro che percepiscono già il reddito di cittadinanza.

Il budget stanziato per il Bonus da 600€ per il mese di marzo è stato di 203,4 milioni, ed è stato possibile destinarlo a liberi professionisti in possesso di Partita Iva e ai lavoratori con rapporti di collaborazione coordinata e continuativa. Entrambe le categorie non possono essere titolari di pensione o iscritti ad altre forme di previdenza obbligatoria.

Ma non è tutto, rientrando nel limite di 2.160 milioni di euro, il bonus spetta anche a commercianti, artigiani, coadiutori diretti e coltivatori diretti. Mentre sono stati previsti fondi per 103,8 milioni di euro anche per i lavoratori stagionali appartenenti alla fascia turistica nei casi in cui siano stati costretti a terminare il contratto di lavoro tra il 1° gennaio e il 17 Marzo e non siano titolari di pensione. Anche operai agricoli a tempo indeterminato e lavoratori nel mondo dello spettacolo, sono idonei al ricevimento del bonus.  Come sopra accennato, il pagamento arriva sul proprio conto corrente circa 15 giorni dopo l’invio della domanda, di conseguenza per coloro che l’hanno inoltrata il 1° aprile, dovranno attendere fino al 15.

Ma come funziona la domanda per ottenere il bonus?

Per prima cosa bisogna accedere al portale Inps online inserendo il proprio codice fiscale e gli 8 caratteri del Pin, credenziali Spid o Cie o Cns. Successivamente, si dovrà accedere alla sezione apposita riguardante la compilazione delle domande di prestazione a sostegno del reddito e accedere a “Indennità Covid 19” e poi su “Invio domanda”.

A questo punto dovranno essere inseriti alcuni dati personali e oltre alla e-mail (prevista obbligatoria) si consiglia anche l’inserimento di un recapito telefonico personale. Una volta inseriti i propri dati si può proseguire cliccando sulla spunta in alto presente nel campo “Richieste” e scegliere il proprio tipo di indennità selezionando la propria categoria lavorativa e ancora più nel dettaglio cliccando su “Tipo di qualifica” al fine di selezionare l’attività lavorativa.

Una volta svolto questo procedimento, sarà possibile scegliere la modalità di pagamento, inserendo anche il proprio IBAN in caso si scegliesse l’accredito sul proprio conto corrente. Una volta compilate tutte le voci, confermate di aver letto e compreso la “Dichiarazione di responsabilità” sulla veridicità dei dati inseriti.

Completato tutto l’iter, allora sarà possibile effettuare il download della ricevuta al fine di salvarla sul proprio computer o se preferite potrete stamparla.

Martina Belmondo
Info su Martina Belmondo 61 Articoli
Laureata in Economia Aziendale, classe 1987, Martina dirige la redazione di Inprestiti.com da giugno 2015. Ama gli animali e gli sport estremi.