Guida completa ai prestiti INPDAP

Guida completa ai prestiti INPDAP
5 (100%) 1 voti

Se sei un dipendente o un pensionato pubblico, e hai bisogno di una somma di denaro per poter effettuare delle spese per te o per i tuoi familiari, i prestiti Inpdap sono certamente qualcosa che potrebbe fare al caso tuo.

Ebbene, se non sai quali sono le caratteristiche di questi finanziamenti, o vuoi semplicemente sapere come puoi fare per poterli richiedere, siamo qui per esaudire ogni tuo bisogno!

Nelle righe che seguono troverai infatti una guida completa ai prestiti Inpdap, e scoprirai con noi passo dopo passo come poter arrivare a mettere mano sul credito che fa al caso tuo.

Nel caso volessi saperne di più sul piccolo finanziamento inps ti suggeriamo di leggere il nostro articolo sul piccolo prestito INPDAP, oppure vedere il video sotto che ti darà maggiori informazioni in proposito:

Ma ora andiamo avanti e spieghiamo nel dettaglio tutto ciò che devi sapere sui prestiti INPDAP.

Cosa sono i prestiti Inpdap

I prestiti Inpdap sono dei finanziamenti di piccolo importo che puoi utilizzare per poter soddisfare le esigenze familiari.

Sono riservati a tutti gli iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali, e sono costituiti da crediti di breve termine, che potrai rimborsare con rate costanti con trattenuta su stipendio o pensione.

Non dovrai allegare documenti di spesa o giustificativi!

Chi può chiedere i prestiti Inpdap

Come ti abbiamo già ricordato, il piccolo prestito Inpdap spetta ai dipendenti e ai pensionati pubblici che sono iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali.

Non avere comunque alcun timore. Se sei un dipendente in servizio presso amministrazioni statali o enti locali, sei già obbligatoriamente iscritto al Fondo credito. Se invece sei un pensionato, sarai iscritto al Fondo credito se all’atto della domanda di pensionamento hai anche presentato la domanda di adesione allo stesso Fondo.

Quanto puoi ottenere con il prestito Inpdap

Ora che sai chi può essere beneficiario di un prestito Inpdap, possiamo fare un altro passo in avanti e comprendere quanto puoi ottenere con questo credito.

Tieni conto che con il finanziamento Inpdap puoi ottenere un importo pari alla singola mensilità, fino a 4 mensilità nette di stipendio o di pensione, che potrai rimborsare fino a 48 rate.

Più chiaramente, puoi ottenere:

  • una mensilità netta di stipendio da rimborsare in 12 rate mensili;
  • due mensilità nette di stipendio da rimborsare in 24 rate mensili;
  • tre mensilità nette di stipendio da rimborsare in 36 rate mensili;
  • quattro mensilità nette di stipendio da rimborsare in 48 rate mensili.

Se poi hai esigenze ancora superiori a queste, puoi ottenere un prestito “raddoppiato”, con due mensilità nette di stipendio per ogni anno di ammortamento, fino a 8 mensilità in 48 rate mensili.

Anche in questo caso, una spiegazione più schematica ti sarà d’aiuto:

  • due mensilità netta di stipendio da rimborsare in 12 rate mensili;
  • quattro mensilità nette di stipendio da rimborsare in 24 rate mensili;
  • sei mensilità nette di stipendio da rimborsare in 36 rate mensili;
  • otto mensilità nette di stipendio da rimborsare in 48 rate mensili.

Quanto costano i prestiti Inpdap

I prestiti Inpdap sono dei finanziamenti piuttosto convenienti, visto e valutato che i loro costi sono mediamente inferiori a quelli che potresti incontrare nelle banche e nelle finanziarie.

Sul capitale che richiederai, infatti ,saranno applicati un tasso di interesse annuo del 4,25%, una percentuale di spese di amministrazione pari allo 0,50% e un piccolo contributo per la partecipazione al Fondo rischi al quale sei iscritto.

Il premio al Fondo rischi è calcolato sulla base delle fasce di età e della durata del prestito, e per scoprire di quale aliquota dovrai tenere conto, ti consigliamo di consultare la pagina relativa sul sito internet inps.it, nella tabella allegata al regolamento prestiti.

Come puoi richiedere i prestiti Inpdap

Se a margine di questa lettura ti sei reso conto che i prestiti Inpdap potrebbero realmente fare al caso tuo, giunge il momento di soddisfare la tua curiosità sulle modalità di richiesta del credito.

In altri termini, come puoi fare richiesta del prestito Inpdap più adatto a te?

Fortunatamente, fare domanda di un finanziamento Inpdap è davvero molto semplice.

Se sei un dipendente pubblico iscritto al Fondo credito, e sei in attività di servizio, non dovrai far altro che presentare la domanda su un apposito modulo fornito dall’istituto, attraverso la tua amministrazione di appartenenza.

A sua volta, la tua amministrazione trasmetterà all’istituto di previdenza la tua richiesta, in via telematica. Puoi trovare il modulo sul sito inps.it.

Se invece sei un pensionato, dovrai pensare tu stesso a inoltrare il modulo, sempre in via telematica, e sempre mediante il sito internet inps.it.

Il percorso è molto intuitivo, ma te lo riepiloghiamo per non perdere tempo: Accedi ai servizi > Servizi Gestione Dipendenti Pubblici (ex Inpdap) > Servizi per iscritti e pensionati > digitazione codice fiscale e PIN > Per area tematica > Credito > Piccolo prestito pensionati.

Se poi non hai particolare dimestichezza con il computer, puoi comunque fare affidamento al Contact center, che risponde al numero gratuito da rete fissa 803 64, o al numero pagamento da rete mobile 06 164 164, oppure richiedere l’assistenza al patronato.

Prestiti Inpdap per dipendenti a tempo determinato

Se sei un dipendente pubblico a tempo determinato, puoi comunque ottenere il prestito Inpdap!

Tieni però in considerazione che in questo caso la durata in anni del prestito non potrà eccedere la durata del contratto di lavoro.

Se pertanto hai un contratto per un altro anno, potrai ottenere solamente un prestito annuale.

Rinnovo del prestito Inpdap

Ti ricordiamo infine, in conclusione di questo nostro approfondimento completo sui prestiti Inpdap 2017, che puoi richiedere anche il rinnovo del finanziamento a patto che sia decorso un periodo minimo di ammortamento pari alla metà della durata del piano di rimborso, ovvero:

  • 6 mesi per i prestiti annuali;
  • 12 mesi per i prestiti biennali;
  • 18 mesi per i prestiti triennali;
  • 24 mesi per i prestiti quadriennali.

Il rinnovo del prestito Inpdap potrà essere richiesto con le stesse modalità che contraddistinguono la prima domanda.

Anche nel caso di estinzione anticipata del prestito potrai comunque richiederne uno nuovo, ma patto che siano trascorsi gli stessi tempi dalla data di concessione del precedente finanziamento.

Martina Belmondo
Info su Martina Belmondo 51 Articoli
Laureata in Economia Aziendale, classe 1987, Martina dirige la redazione di Inprestiti.com da giugno 2015. Ama gli animali e gli sport estremi.