Mutuo Cambio Casa: quali sono i requisiti e come fare per aprirlo

Mutuo Cambio Casa: quali sono i requisiti e come fare per aprirlo
Vota questo articolo

A volte può accadere di dover cambiare casa. Magari di comprarne una nuova e che, per farlo, sia necessario vendere quella vecchia senza saper dove andare durante il periodo di transizione.

Un bel problema, penserete voi. Non sarebbe molto meglio acquistare casa ancora prima di vendere quella vecchia e avere tutto il tempo di organizzarsi, senza preoccuparsi della liquidità?

Con un Mutuo Cambio Casa è possibile. Oggi vi spieghiamo meglio di che cosa si tratta, come si apre e quali sono i requisiti fondamentali per farlo.

Che cos’è il Mutuo Cambio Casa

Mutuo sulla casa

Può accadere che si voglia cambiare casa ma che ancora non si sia venduta quella attuale, di nostra proprietà. In questo caso una soluzione pratica può essere quella di aprire un Mutuo Cambio Casa (leggi i nostri articoli sui mutui per la prima casa), con limite minimo di tasso, che vi permetterà di far fronte al nuovo acquisto ancor prima di aver venduto la vostra casa attuale.

Questo può accadere ad esempio quando il proprietario di casa abbia fretta di vendere, e voi vogliate fermare la casa perché è proprio quella dei vostri sogni.

Il Mutuo Cambio Casa prevede infatti un finanziamento fino al 100% dell’acquisto dell’immobile per un valore non superiore a 300.000 euro e un periodo di ammortamento che non durerà più di 18 mesi.

Amazon 500

Durante questo periodo pagherete solo la quota di interessi di ammortamento, che inizierà allo scadere del diciottesimo mese o prima, qualora riusciate ad estinguerlo parzialmente in anticipo.

Poi, per la vendita dell’immobile potrete conferire il mandato ad un’agenzia immobiliare o a terzi, come preferite.
Durante il periodo di preammortamento, in poche parole, dovrete solo pagare gli interessi alla banca. Si tratta quindi di un periodo in cui potrete vendere casa, in tutta tranquillità.

Poi, una volta che la casa sarà venduta, la banca riformulerà il tempo necessario all’estinzione del debito e l’importo della rata del finanziamento che, a questo punto, sarà composta da interessi e quota capitale.

Anche questo mutuo, come quello di acquisto della prima casa, è un finanziamento ipotecario. Cosa significa? Che viene concesso dall’istituto creditizio a fronte della stipulazione di un’ipoteca sull’immobile.

Questo vi permette di trovare subito una soluzione e ottenere la liquidità necessaria per l’acquisto di una nuova casa, anche se ancora non avete venduto quella in cui vivete.

Caratteristiche del mutuo

La durata di questo mutuo va dai 5 ai 30 anni, per chi vuole acquistare la prima e la seconda casa, con 18 mesi di ammortamento.

Il tasso variabile, è calcolato con parametro Euribor 365 a 3 mesi, maggiorato dello Spread commerciale, in base alle caratteristiche creditizie del cliente.

Se al momento della rilevazione periodica la quotazione del parametro di riferimento, ovvero il Tasso Fisso, o di indicizzazione, il Tasso Variabile, siano pari a zero o negativi, per il corrispondente periodo di applicazione il tasso sarà pari allo spread previsto dal vostro contratto di mutuo.

Le agevolazioni fiscali

In base alla Legge di Stabilità del 2016 ci sono anche alcune interessanti agevolazioni fiscali. Ad esempio, se siete i titolari di un’abitazione per la quale avete usufruito delle agevolazioni relative all’acquisto della “prima casa”, potrete acquistare una nuova abitazione, sempre godendo di quelle agevolazioni, purché entro un anno dall’acquisto riusciate a vendere la vecchia casa.

Le agevolazioni prima casa, per chi non lo sapesse sono davvero molto vantaggiose.

Infatti avrete diritto ad un’imposta di registro con aliquota del 2%, imposta ipotecaria e catastale in misura fissa di 50 euro ciascuna, imposta sostitutiva dello 0,25% sul mutuo e Iva al 4% in caso di acquisti da imprese costruttrici.

Prima di questa legge di stabilità, per poter usufruire delle agevolazioni “prima casa” era obbligatorio vendere il vecchio immobile prima di portare a termine il nuovo acquisto.

Vantaggi del Mutuo Cambio Casa

Chi vuole cambiare casa, nella maggior parte dei casi è costretto a vendere prima la casa di proprietà e poi, una volta ottenuta la liquidità necessaria, estinguere il mutuo e dare l’acconto per un nuovo immobile. Tutto questo senza ovviamente considerare i tempi di vendita e di acquisto, che spesso non coincidono e complicano non poco le cose.

Il Mutuo Cambio Casa ha ovviamente diversi vantaggi, il primo tra tutti, è proprio quello di poter acquistare una nuova casa senza ancora aver venduto l’attuale abitazione.

Questa possibilità gioca a favore di tutti coloro che non vogliono lasciarsi sfuggire la possibilità di acquistare la casa dei propri sogni, pur senza ancora venduto quella in cui abitano.

Questo vantaggio va a ricaduta su tutte le varie operazioni di acquisto casa, ovvero abbattere i tempi tra le operazioni di vendita e di acquisto, che magari nel vostro caso non possono coincidere perché volete evitare di trascorrere un periodo in affitto, tra la vendita e l’acquisto di una nuova casa.

Un altro vantaggio è che questo mutuo assicura fino al 100% del valore immobiliare, per importi che non devono essere superiori ai 300.000 euro.

Cosa succede al vecchio mutuo

Se sulla casa in cui state abitando e che desiderate cambiare state pagando un mutuo, potete comunque approfittare della soluzione “Mutuo Cambio Casa”? Assolutamente sì. Infatti potete sempre decidere, se le condizioni del vostro vecchio mutuo sono convenienti, di lasciarle inalterate e continuare a pagare sostituendo l’immobile a garanzia.

La banca in questo caso offre una permuta, quindi non vi darà una somma di denaro, ma vi permetterà di sostituire l’immobile su cui è iscritta l’ipoteca con la nuova casa che acquisterete.

Se invece avete già pagato buona parte del vostro mutuo e decidete di vendere per acquistare un nuovo appartamento, estinguendo in parte o totalmente il vostro mutuo prima che questo scada, potreste non pagare penali di estinzione, ma vi consiglio di controllare le date e consultare la vostra banca.

Infatti, attivando una pratica per il trasferimento mutuo su altro immobile potreste evitare di pagare le eventuali penali per l’estinzione anticipata del mutuo e l’imposta di bollo, che altrimenti sarebbe stata dovuta per il nuovo finanziamento. Ovviamente a patto di rimanere con lo stesso istituto di credito.

Quali banche offrono questo mutuo

Una delle banche che propone questa possibilità è Unicredit. Grazie a questo Mutuo Cambia Casa potrete ottenere un finanziamento pari al 100% del valore dell’immobile, purché questo non sia superiore ai 300.000 euro.

Per chi acquista la prima o la seconda casa, questo finanziamento Unicredit prevede un piano di ammortamento compreso tra i 5 e i 30 anni. A questo periodo si vanno ad aggiungere i 18 mesi di preammortamento.
Quello proposto da Unicredit è un mutuo a tasso variabile con indice di riferimento l’Euribor 365 a 3 mesi maggiorato dello spread.

Ma non è l’unica banca a offrire questa possibilità. Prodotti simili sono proposti anche da Intesa SanPaolo, Bnl, Unicredit, CheBanca, Ing Direct e tante altre.

Alternative al Mutuo Cambio Casa

Per dare una spinta al settore immobiliare sono stati creati dalle banche numerosi prodotti, tra mutui e finanziamenti vari, per permettere acquisti facilitati di abitazioni. Solo per citarne alcuni: leasing immobiliare, tempistiche posteriori di vendita della prima casa senza perderne i benefici, mutui ponte e surroga.

Nella “surroga”, a differenza del Mutuo Cambio Casa, si mantiene l’immobile ma si sostituisce il mutuo, alla ricerca di condizioni più convenienti. Invece, con il Mutuo Cambio Casa si sostituisce l’immobile, acquistandone un altro con l’accensione del mutuo, anche se si è ancora titolare di un immobile sul quale può gravare già un mutuo in corso.

Non tutti però hanno ottenuto il successo sperato. Infatti, chi decide di acquistare casa e di aprire un mutuo per farlo, ha necessità di un prodotto facile da gestire.

Quindi, il Mutuo Cambio Casa rispondeva proprio a queste esigenze: permettere l’acquisto di una nuova casa senza aver venduto quella posseduta attualmente, in attesa di trovare un compratore disposto ad acquistare la “vecchia casa” di proprietà, pagandola adeguatamente. Infatti, dei problemi principali delle azioni di compravendita è proprio la fretta, che fa acquistare e vendere case a condizioni non ottimali, o sufficientemente vantaggiose, per la fretta di vendere o di non farsi sfuggire l’occasione della vita.

Il Mutuo Cambio Casa è infatti un prodotto che sta conquistando sempre più persone e non è difficile capire il perché. Si tratta di una proposta che unisce buone condizioni, date anche dal momento favorevole per i tassi, e mobilità di mercato, con vendite e acquisti facilitati. Tutto questo dovrebbe dare nuova vita al settore immobiliare, e permettere a chi desidera cambiare casa, di approfittare di molte più soluzioni offerte dal mercato.

Speriamo che questo articolo abbia fatto un po’ di chiarezza sulla questione del Mutuo Cambio Casa.

Amazon 500

Martina Belmondo
Info su Martina Belmondo 51 Articoli

Laureata in Economia Aziendale, classe 1987, Martina dirige la redazione di Inprestiti.com da giugno 2015. Ama gli animali e gli sport estremi.